Intervista a Filippo di Accademia dei Giocatori per Girelli da Guerra!

Non potevo. Non potevo. Non potevo.
Lessi di Girelli da Guerra sul WordPress di Rocca Implacabile: dovevo intervistare qualcuno! In questo gdr, come si evince dalla scheda, si può interpretare un anziano dotato di tutti i tratti tipici di tale archetipo: poteri senili! Tenerezza! Impertinenza! Stitichezza! Patologie! Posologie! E ovviamente lo strumento di randomizzazione… è un mazzo di carte da scopa! Dovevo intervistare il creatore!!!
Ho contattato l’Accademia dei Giocatori, che sul blog suddetto era indicata come referente del gioco, e mi ha risposto perentoriamente Filippo, presidente dell’Accademia e creatore del magnifico giochino! Ho potuto inviargli una mezza dozzina di domande a cui ha altrettanto rapidamente risposto; inoltre, in fondo trovate un PG da me creato insieme a Filippo.

Spirito Giovane «Prima di tutto, raccontaci chi sei e le tue attività in campo ludico e gidierristico».
Filippo «Mi chiamo Filippo e sono un nerdaccio come tanti che 18 anni fa è entrato nel tunnel (o dovrei dire dungeon?) dei giochi di ruolo e non ne sono più uscito. Ho fondato circa un anno fa un’associazione ludica a Cuneo dove spero non solo di diffondere la cultura del gioco intelligente, ma anche cercare di fare un ulteriore passo avanti: sfruttare le meccaniche del gioco di ruolo e del gioco in generale per veicolare elementi formativi, culturali e di spessore».

SG «Ho letto di Girelli da Guerra sul blog di Rocca Implacabile: come ti è venuta l’idea?»
Filippo «L’idea è venuta fuori così, un pensiero durante una conversazione e un foglio di word bianco davanti a me che man mano che pensavo andava riempiendosi. L’ho scritto in 3 giorni e non l’ho mai più rivisto tutto con calma, perciò diciamo che è stata una piccola illuminazione…»

SG «Cosa ci puoi dire circa le storie giocabili con Girelli da Guerra?»
Filippo «Giocare storie con personaggi fragili e particolari come degli anziani mette a dura prova l’impegno di un narratore. Più che storie preparate, la mia idea è fornire un punto di partenza e, magari, un obiettivo, dopodiché lasciar liberi i giocatori di perseguirlo… sempre se riescono a ricordarsene! Il problema con i personaggi di Girelli da Guerra è che volere non è potere. Prima di poter fare qualcosa bisogna essere sicuri di ricordarsela e di essere abbastanza sani e in gamba da farla!»

SG «E sull’ambientazione – se così si può chiamarla?»
Filippo «L’ambientazione intesa in modo classico non esiste. Diciamo che il gioco è ambientato ai giorni nostri, in un mondo dove degli anziani ultraottantenni sono capaci però di creare scompiglio, come il protagonista di Up! o il caro vecchio Mister Magoo».

SG «Ci sarà la possibilità di ottenere XP rimanendo ad osservare lavori in corso per le strade?»
Filippo «Non ho pensato a un sistema di avanzamento. Gli anziani odiano i cambiamenti e cercano la stabilità, quindi anche un miglioramento non sarebbe visto di buon occhio 😉 Però con i cantieri non si scherza: uno dei poteri senili del gioco è appunto il “cantierismo”. Se si riesce a pescare la carta giusta il personaggio che guarda un cantiere può… facciamo che ve lo scoprirete quando giocherete!»

o-ANZIANI-LAVORI-facebook

SG «Quando un personaggio di Girelli da Guerra “esce di scena”? È possibile che muoia per vecchiaia?»
Filippo «La morte è un pensiero molto presente nella mente di un anziano e quindi il concetto di morire durante un’avventura prende connotazioni diverse. Non sono giovani guerrieri che rischiano la vita a 20 anni per un’ideale, sono anziani soli prigionieri di una vita monotona. Comunque nel gioco le patologie croniche sono presenti ed è sempre possibile una riacutizzazione improvvisa. In quasi tutte le partite che abbiamo fatto almeno un personaggio finisce al pronto soccorso!»

SG «Per ora quando e dove si potrà provare Girelli da Guerra?»
Filippo «Per ora solo contattando me o l’Accademia dei Giocatori, cosa che invito a fare a tutti i cuneesi interessati al mondo ludico!».

SG «Hai o hai avuto altri progetti gdr di cui vorresti parlarci?»
Filippo «Come tanti ho mille progetti, ma essendo molto critico con me stesso non ne concretizzo nessuno. Ho visto molte persone quasi smettere di giocare perse nel creare il proprio gioco di ruolo, passando troppo tempo a provarlo e riprovarlo, senza mai ritenerlo pronto. Preferisco giocare e far giocare e soprattutto preferisco inventare storie. Sono sicuro che quando qualcosa di veramente interessante mi balzerà in mente saprò riconoscerlo!»

SG «Ti ringrazio tantissimo per le risposte e complimenti ancora per i Girelli
Filippo «Grazie a te!»


Ed ecco un divertentissimo PG di Girelli da Guerra realizzato tramite email con Filippo! 🙂
Ersilio Marini
SESSO: scegliere se giocare un maschio o una femmina. In un gruppo di almeno 4 persone è consigliabile avere almeno una donna.
NOME: dare nome e cognome al personaggio. Si consiglia un nome un po’ “datato” come Palmira, Gualtiero, Gianumberto, Clotilde…
Ersilio Marini. Masculo.
ETA’: l’età di partenza è 79 anni + due carte, considerando che il fante vale 8, il cavallo 9 e il re 10. In pratica l’età va da 81 a 99 anni.
Estraggo un 5 e un cavallo: 93 anni!
BACKGROUND: prima dei punteggi di caratteristica bisogna decidere il passato del PG. Tale passato influirà sui punteggi di caratteristica e, volendo, sull’interpretazione. Anche in questo caso si gira una carta dal Mazzo del Destino e si valutano solo le figure. Scegli una figura tra fante cavallo e re tra ori/bastoni/coppe/spade.
Cavallo di Coppe! Nella tua vita sei stato un contadino. +1 a Impertinenza e Testardaggine nella successiva generazione delle caratteristiche.
CARATTERISTICHE: la generazione delle caratteristiche è completamente casuale. Filippo ha estratto per me le carte e mi ha comunicato le Caratteristiche che vedete in figura! Ricordo che avevo +1 a Testardaggine e Impertinenza, che sono salite rispettivamente a 2 e 5! Grazie background contadino! Filippo mi dice anche che «l’area sociale è sempre più alta perchè è l’unica che si deteriora di meno rispetto al fisico e alla mente. Purtroppo con velocità 0 non cammini. Ti muovi solo in sedia a rotelle spinto da un compagno. Per farti capire la velocità sale a deambulazione con girello ascellare, girello, treppiede, bastone etc…»
MALATTIE. Tutti i PG (che sta per Perennemente Giovane) hanno per patologia cronica la stitichezza per default. Estrai due carte per le successive.
Estraggo un 5 e un 2. Scopro così che il mio PG soffre anche di BRONCHITE CRONICA (-3 a tutte le prove di Vitalità per resistere ad attività faticose) e di patologia riacutizzabile di Parkinsonismo (tremori) per i quali devo assumere ogni 8 ore una compressa di Statteferm 15mg o soffrire di -5 a Manualità e Velocità.
POTERI SENILI. La creazione dei personaggi continua con la scelta dei “poteri senili” (cantierismo, malaugurio, pettegolezzo, anzianità, polemica, linguaggio scurrile etc etc) che possono essere scelti o sorteggiati tra i giocatori.
Non potevo non scegliere il potentissimo cantierismo!
INIZIATIVA. Per prendere in giro i regolamenti di altri gdr, Iniziativa è (Percezione x Velocità) / (Testardaggine x Vitalità)!
Ottengo un bel zero di iniziativa!
EQUIPAGGIAMENTO. Infine, la generazione casuale di quanti soldi hai in tasca e quante compresse di Statteferm ti rimangono… e poi, date le regole per carte, briscola, settebello e stitichezza, si può iniziare! Filippo estrae per me il seguente equip durissimo:
30 euro, 7 pastiglie di statteferm, 1 bustina di cagasan, un biglietto dell’autobus di 15 anni fa… e via: si va a giocare coi Girelli!

0 thoughts on “Intervista a Filippo di Accademia dei Giocatori per Girelli da Guerra!

Rispondi