Report – Free RPG Day 2016

Sabato 18 Giugno si è tenuto alla Casa dei Giochi UESM di Milano, in via Sant’Uguzzone, l’edizione italica del Free RPG Day e ho avuto la possibilità di parteciparvi come standista per Acchiappasogni. Ecco un piccolo report della giornata, preceduto da una breve introduzione al Free RPG Day!

Cos’è il Free RPG Day?

Inaugurato nel 2007, il Free RPG Day è un’iniziativa organizzata da negozi ed editori di giochi di ruolo per presentare nuove quickstart rules, moduli d’avventura o contenuti di gioco direttamente ai giocatori. Il Free RPG Day viene organizzato lo stesso giorno in tutto il mondo; l’obiettivo è quello d’ispirare i giocatori a provare nuovi giochi di ruolo, con la speranza che questo permetta di accrescere le vendite dei negozianti ed editori.

Cosa portavo al Free RPG Day

In occasione del Free RPG Day 2016 avevo ovviamente con me il playtest di Le Notti di Nibirù, una delle due nuove ambientazioni che sfruttano il nuovo regolamento di Destino Oscuro 2.0 – l’altra è Spiriti del Crepuscolo del compare Elia. Entrambi i setting erano già presenti a ModenaPlay 2016, ma di acqua n’è passata sotto i ponti: dopo due mesi di beta casalingo molti meccanismi sono stati comprovati e limati per bene. Ero dunque prontissimo per giocare, ma purtroppo non ho avuto modo di organizzare alcun playtest; tuttavia ho avuto un buon riscontro da coloro con cui ho parlato e diversi contatti sui social network, in primis Facebook – e sono contento così. L’idea è quella di passare a breve ad una sorta di closed beta – e il Free RPG Day si è dimostrato una buona vetrina per far girare il nome tra le persone.

Report della Giornata

Il vantaggio enorme del Free RPG Day (da ora FRD) è nell’essere una vetrina diretta dei giochi, dall’editore/creatore al consumatore. Anche un’associazione ludica come Fantastika è stata pronta a indirizzare qualche player dalle nostre parti, mentre in diversi hanno giocato a Shintiara e Rising Skill, due giochi di ruolo che si presentavano alla “fiera” con dei contenuti stampati: il primo con un’avventura, il secondo addirittura con il manuale di gioco. In questo senso, il FRD è perfetto per quei giochi di ruolo che sono appena usciti o stanno per uscire, frutto anche del formato internazionale che prevede la possibilità di scegliere un opuscolo gratuito per visitatore tra tutti quelli disponibili. Io sono riuscito a portarmi a casa le quickstart rules di Feng Shui 2nd Edition, ad esempio, ma erano tantissimi i contenuti disponibili!

Anche l’organizzazione è stata molto buona: i giocatori avevano subito un’idea dei gdr da poter provare una volta entrati alla Casa dei Giochi e c’era sempre una persona pronta a indirizzarli, fosse il mitico Nicola Degobbis o il sempre energico Claudio Giavieri, il Master Folle. L’unico consiglio che mi sento di dare, ma è proprio un pelo nell’uovo, è quello di associare genere e tipologia di gdr ai vari nomi, magari con un cartellone o una tabella lievemente più grande; sarebbe bello anche organizzare una sessione al buio in cui scegliere casualmente un gioco da provare. Ma ripeto, sono consigli che vanno al di là dell’esito della giornata.

Direttamente dall’organizzazione, i numeri di questo FRD 2016 sono più alti di quanto immaginassi: 50 sessioni per 267 giocatori in 16 ore, su 35 gdr differenti! Ho costruito una piccolissima gallria di foto provenienti dalla pagina di Acchiappasogni, dall’evento ufficiale del FRD 2016 e dalla pagina di #UrbanHeroes:

Menzione ultraspeciale: la sera di sabato ho avuto il piacere di giocare con Michele Zanni a Tenra Bansho Zero… ed è venuta fuori una sessione atomica! Il gioco, benché degli anni ’90, conserva un grandioso e gustoso insieme di figaggini – dagli archetipi alle armi – che permettono un’agile e spassosissima giocata, purché ci sia il master giusto. La parola della serata è stata Mortaio e i numeri per quattro players mostruosamente elevati: abbiamo toccato picchi di 54 danni (considerate che il mio PG subendone 18 moriva), centinaia di monaci morti (a caso), numerose azioni fichissime che procuravano danni fichissimi a nemici fichissimi eeeeeee il mio PG ha fatto ubriacare col saké un bambino di dieci anni e un’androide del piacere nato da due giorni. Davvero, TBZ è IL GDR.

Che dire, non vedo l’ora che arrivi il prossimo FRD! 😀

Rispondi